Quanti italiani hanno scelto il campeggio nell’estate 2020?

L’estate del 2020 è stata – senza dubbio –  insolita: dovendo seguire tutte le norme di precauzione a causa del periodo emergenziale, anche i nostri viaggi si sono dovuti riadattare. 

Chi era solito prenotare un viaggio al di là dell’oceano o era abituato a dirigersi verso le mete più disparate e lontane sotto il sole di agosto, quest’anno ha dovuto cercare un luogo e un itinerario che riuscisse a coniugare divertimento e sicurezza. 

Situazione particolare, è certo, ma che non ha comunque fermato la voglia di viaggiare: molti luoghi della bella Italia sono stati infatti riscoperti, dove il mare e i paesaggi che costellano la nostra penisola hanno offerto vacanze da sogno senza allontanarsi troppo da casa propria. 

Dunque, se  inizialmente gel igienizzanti e mascherine  (e distanze obbligatorie!) hanno causato qualche titubanza da parte dei cittadini riguardo i propri progetti estivi, sono state diverse le soluzioni scovate dagli italiani per trascorrere in serenità i meritati giorni di riposo.

Il camper, trend 2020

Tra queste, il viaggio in camper ha rappresentato una scelta molto gettonata ed efficiente, che ha permesso ai viaggiatori di godersi l’estate in maniera più agevolata: si è trattato di un vero e proprio ‘boom’ che – secondo la startup specializzata nel noleggio camper Yescapa – ha visto tra giugno e agosto 2020 un aumento delle richiestedel 150% in più rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Il 90% di questi, inoltre, ha usato il camper per girovagare sul territorio italiano, senza andare all’estero: un’ideologia di vacanza, quindi, che ha convinto più di un milione di italiani a riscoprire le bellezze d’Italia attraverso un itinerario ‘fai da te’. 

Viaggiare in patria, sì, ma su quattro ruote e in sicurezza:  in questo modo quasi 1,2 milione di italiani hanno deciso di trascorrere le loro ferie in mezzo alla natura – cercando posti meno affollati ed isolati, che il camper riesce a raggiungere – per poi passare la notte sul proprio mezzo, in sistemazioni che garantiscono la sicurezza sanitaria.

Il trend delle vacanze ‘open air’ ha quindi trovato terreno fertile anche nell’estate 2020, dove il camper ha rappresentato ‘un nido sicuro’ per poter star tranquilli, senza dover però sacrificare le proprie ferie.